L’attenzione all’ambiente è anche attenzione all’uomo.

Quando nei grandi discorsi politici si parla della ricchezza di una città o di un paese, ci si riferisce sempre ai soldi, al PIL. Raramente, per non dire mai, si parla di uomini e donne. Eppure la ricchezza di un paese, prima ancora di essere economica, è ambientale e sociale. In parole povere è data da chi vive il paese e da come lo vive. È data da noi cittadini.
L’animo sociale di noi Verdi non è una semplice questione di intesa inter partitica tra verdi e socialisti, ma è una naturale conseguenza ai nostri principi ambientalistici. L’attenzione alla vivibilità della città, all’ambiente, al nostro patrimonio naturalistico, che è al contempo un nostro patrimonio storico, hanno, come corrispettivo, l’attenzione:

  • all’uomo, che vive negli spazi della città
  • all’uomo che si muove, usa l’automobile o i mezzi pubblici
  • all’uomo che anima la città e la rende un luogo unico.

Questa unicità, che alla fine, sì, diventa anche un valore economico (perché le città in cui si vive meglio sono le città più visitate dai turisti, dove l’economia gira), questa unicità è data da noi cittadini. Non dalle grandi banche, dalle grandi aziende (che sono uguali in tutto il mondo e rendono tutto il mondo uguale).
Il Progetto di noi Verdi per la prossima legislatura è quello di tarare la bilancia. Vogliamo spostare l’attenzione dai progetti altisonanti, che lasciano il vuoto che veicolano, per ricondurla verso quello che è davvero importante per la città e per noi: la vivibilità quotidiana di Lugano.
Trovare in città alloggi a prezzi abbordabili. Avere un centro, abitato da persone, e non solo da uffici e boutique. Usare le piazze urbane come luoghi di incontro, sia in centro che nei qujartieri periferici. Avere un’offerta culturale vivace e variata, non accentrata sul LAC. Poter contare su di un’adeguata protezione sociale in caso di difficoltà e poter provvedere a chi, in pericolo, cerca un rifugio. Questo è il nostro comune progetto. E non si tratta di diventare bravi e buoni perché ci sono le elezioni, si tratta semplicemente di essere coscienti che viviamo in un mondo sempre più piccolo: la solidarietà e una visione unitaria della vita sul globo, sono parti imprescindibili di ogni progetto politico serio e, in fin dei conti, anche di un’economia solida.

Francesco Villani, candidato al Consiglio Comunale per I Verdi di Lugano

29_Francesco Villani