Andrea Imperatori

Lista no. 9, candidato no. 16

16_ Andrea Imperatori

Nato nel 1966 a Bellinzona, da cinque anni vivo e lavoro a Breganzona. Sono coordinatore dei Verdi del Luganese da quest’anno. Sogno una città che sappia guardare al futuro con ottimismo e con coraggio. Il coraggio di accettare una situazione economica e finanziaria molto diversa da quella che l’ha fatta prosperare per anni. Il coraggio di valorizzare per davvero il verde sopravvissuto alla cementificazione, di effettuare una vera svolta verso una migliore qualità di vita dei suoi abitanti. Se Lugano saprà diventare una città a misura d’uomo, avremo una chance in più anche per recuperare il turismo dei bei tempi andati. Ma prima di tutto occorre che chi vive a Lugano lo possa fare nelle migliori condizioni possibili. Penso ad una rete di trasporti pubblici migliore che colleghi frequentemente anche i quartieri – meglio chiamarli villaggi – più discosti. Gli anziani non devono sentirsi isolati, per questo occorrono più appartamenti protetti, idealmente integrati a strutture scolastiche. Penso che la cultura non sia soltanto al LAC ma che si trovi anche all’ex macello. Penso che l’integrazione passi attraverso corsi di lingua per tutti. Gli orti urbani a basso costo, magari gestiti da cooperative di cittadini, possono aiutarci in questo senso. I disoccupati dovrebbero avere più opportunità per dare il loro contributo alla comunità. E il centro merita senz’altro una cornice più dignitosa per il mercato cittadino.