Piattaforma programmatica

Obiettivi per una Lugano migliore
Piattaforma d’intesa PS, VERDI, PC, POP

Lo sviluppo che desideriamo per la città deve salvaguardare il patrimonio architettonico, il paesaggio e le risorse naturali, deve rispettare la dignità e la libertà umana, contrastare la povertà e il declino economico, assicurare il riconoscimento dei diritti e delle pari opportunità. Ci impegniamo a soddisfare i bisogni fondamentali e ad estendere a tutti i cittadini la possibilità di realizzare le proprie aspirazioni ad una vita migliore. Uniamo le forze e collaboriamo per arrivare a questi obiettivi.

1. Alloggio
La distorsione del mercato immobiliare è tale da rendere difficile trovare casa a Lugano. Vogliamo una città dove tutti possano accedere a un alloggio di qualità e finanziariamente sostenibile.

  • Concretizzare l’investimento in 10 anni di almeno 100 milioni di franchi (10 a carico del Comune) per il rinnovo e la costruzione, su terreni comunali, di alloggi a pigione moderata.
  • Valorizzare piuttosto che alienare le sue proprietà immobiliari, creando spazi ricreativi e d’incontro per le associazioni cittadine.

2. Spazi pubblici e zone verdi
Lugano è la città di tutti i suoi abitanti. Una città non solo bella per il paesaggio ma bella da vivere, con spazi pubblici di qualità.

  • Creare un asse verde dal Cassarate fino al Gazzirola.
  • Meno ostacoli per fruire degli spazi pubblici e del lago. Rive accessibili e Lungolago pedonalizzato.
  • Ridisegnare le zone pedonali affinché lo siano veramente e favoriscano l’incontro e lo scambio fra le persone, anche allestendo spazi ludici (es. scacchi, “pétanque”), per mercatini, per musica e arte di strada.
  • Lottare contro i parcheggi abusivi.

3. Trasporti pubblici capillari per tutti i quartieri
Traffico e inquinamento sono problemi prioritari a cui bisogna dare soluzioni durature ed efficaci. Lugano deve promuovere una mobilità efficiente con trasporti pubblici più capillari e frequenti e migliorare la connettività fra il centro e la periferia.

  • Progettare subito la linea di Tram Cornaredo-Grancia come spina dorsale della mobilità urbana, riservare la corsia per il tracciato e avviarne l’utilizzo tramite bus.
  • Incentivare il carpooling e promuovere i taxi-bus anche in collaborazione con le associazioni di quartiere.
  • Aumentare la competitività e l’interconnessione delle linee di bus urbane e regionali creando corsie preferenziali e migliorando la collaborazione tra TPL, ARL e Autopostale.

4. Vita e attività nei quartieri
Dobbiamo dare forza alle iniziative dei cittadini nei quartieri: uniti possono fare la differenza e cambiare in meglio la vita in tutta la città. Eliminiamo le discriminazioni che impediscono ai quartieri periferici di sentirsi parte della città. Assicuriamo a tutti la possibilità di esprimere i proprie interessi e di dialogare e socializzare tramite iniziative che riqualificano e ricuciono il tessuto urbano e sociale della città.

  • Valorizzare le proprietà comunali favorendo l’incontro delle diverse culture e il piacere di sentirsi bene assieme.
  • Favorire e non bloccare tramite regolamenti comunali le attività associative e spontanee negli spazi pubblici.

5. Scuola, cultura e sport
Scuola, cultura e sport devono favorire l’integrazione e il dialogo per prevenire le situazioni di disagio. Per ogni franco in più nella repressione occorre un franco in più nella prevenzione: scuola, cultura e sport e anche relazioni costruttive fra giovani e anziani. Non solo grandi progetti e manifestazioni organizzate ma anche sostegno alla cultura espressa dai cittadini in modo spontaneo.

  • Valorizzare le attività e le associazioni sportive, ricreative e culturali locali.
  • Facilitare l’accesso dei giovani alle scuole di musica e teatro, ai concerti, spettacoli e mostre d’arte del LAC.
  • Assicurare l’educazione civica e politica.
  • Rafforzare gli asili nido, le mense scolastiche e i dopo scuola per favorire la conciliabilità famiglia-lavoro, la conoscenza, il rispetto e l’amicizia fra gli allievi.

6. Assicurare servizi pubblici di qualità a tutti i cittadini
Garantire a tutti gli abitanti l’accesso a servizi pubblici di qualità senza barriere finanziarie, di origine, di cultura, di religione, soddisfacendo l’interesse generale della popolazione.

  • Mantenere la responsabilità diretta del comune per le attività sociali di prossimità (accompagnamento e assistenza sociale, asili nido, aiuti sociali mirati per combattere la povertà e le situazioni di disagio sociale).
  • Evitare che un eventuale Ente autonomo di gestione delle case per anziani e altri Istituti sociali miri a conseguire utili a scapito degli utenti e del personale, che vanno coinvolti attivamente, con le loro famiglie, nelle scelte di gestione.